Il Covid-19 e i Promessi Sposi: il Vescovo Claudio incontra gli “sposi” del 2020

promessi-sposi-diocesi

Un occasione per dar voce all’attesa, alle emozioni e agli interrogativi. Il prossimo 26 maggio alle 19.30, gli sposi 2020 avranno la possibilità di vivere un momento di incontro con il Vescovo Claudio attraverso la diretta streaming sul canale diocesano di YouTube e la pagina Facebook.

In allegato il testo predisposto dall’Ufficio diocesano per la pastorale della Famiglia.

 

 

Carissimi,

il prossimo 26 maggio alle 19.30 avremo la possibilità di vivere un momento di incontro con il Vescovo Claudio attraverso un collegamento in diretta streaming sul canale diocesano di YouTube e la pagina Facebook dell’Ufficio.

A causa dell’emergenza sanitaria, nelle ultime settimane è stato impossibile per voi proseguire in maniera ordinaria il percorso di preparazione al matrimonio: per questo desideriamo che il nostro appuntamento diventi un’occasione di reale dialogo, nel quale le vostre voci, cariche di racconti, di attese e di domande possano incontrare la voce del nostro Vescovo Claudio.

Abbiamo pensato di proporvi questa semplice scheda nella quale sono riportati degli spunti e alcune domande per la vostra riflessione. Inoltre, vi proponiamo di realizzare, per chi lo voglia, piccoli video (massimo 30 secondi) nei quali rispondete alle domande oppure condividete la vostra situazione e ponete domande al Vescovo. Questo materiale prezioso offrirà al Vescovo la possibilità di parlarvi ispirandosi al vostro vissuto e di rispondere a qualche vostro interrogativo.

Potete inviarci i vostri contributi al numero WhatsApp dell’Ufficio Famiglia diocesano 392 800 7346 oppure all’indirizzo mail: famiglia@diocesicastellaneta.net

Grazie per la vostra disponibilità!

 

Filippo, Maria e l’equipe dell’Ufficio Diocesano

 

SCHEDA “PROMESSI SPOSI”

 

 «Dopo l’amore che ci unisce a Dio, l’amore coniugale è la “più grande amicizia”. È un’unione che possiede tutte le caratteristiche di una buona amicizia: ricerca del bene dell’altro, reciprocità, intimità, tenerezza, stabilità, e una somiglianza tra gli amici che si va costruendo con la vita condivisa»

Papa Francesco,  Amoris Laetitia, n.123

 

In questo periodo di lockdown è stato sicuramente più difficile mantenere un rapporto costante tra di voi.

  • Raccontateci qualcosa della vostra esperienza: come avete affrontato insieme questi giorni?
  • Avete dovuto fare delle scelte difficili ( spostare la data del matrimonio)?

 

«Per affrontare una crisi bisogna essere presenti. È difficile, perché a volte le persone si isolano per non mostrare quello che sentono, si fanno da parte in un silenzio meschino e ingannatore. In questi momenti occorre creare spazi per comunicare da cuore a cuore. Il problema è che diventa più difficile comunicare così in un momento di crisi se non si è mai imparato a farlo. È una vera arte che si impara in tempi di calma, per metterla in pratica nei tempi duri»

Papa Francesco, Amoris Laetitia, n.234

 

Ogni crisi rappresenta sempre un momento di rottura e di sofferenza, ma anche di cambiamento e di crescita. Sebbene sia stata causata da fattori esterni, anche la “crisi” della separazione di queste settimane può essere stata occasione per rileggere la vostra storia e per scoprire aspetti positivi, potenzialità che sono emerse grazie a questa esperienza.

  • Quali sono le potenzialità che avete scoperto grazie a questo “test” non programmato?
  • Come avete custodito la vostra vita di fede?
  • Cosa desiderate domandare al Vescovo Claudio o condividere con lui?

 

#chiciseparera

Autore: Redazione

Condividi questo post con