Dedicata a Francesca Campobasso l’aula musicale della “Pascoli – Giovinazzi” di Castellaneta

WhatsApp Image 2017-05-16 at 16.21.46 (4)

“Ricordare le persone significa saperle valorizzare”. Con queste parole il nostro Vescovo Claudio, nel suo ricordo, ha sintetizzato il significato della dedicazione, a Francesca Campobasso, dell’aula musicale dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Giovinazzi”, nel plesso Giovinazzi, a Castellaneta.

Francesca, giovane direttrice del Coro Diocesano Giovanile e referente per la città di Palagiano del Coro Diocesano, impegnata da sempre nella pastorale parrocchiale e diocesana, scomparve improvvisamente la sera del 25 febbraio 2016, poco dopo la conclusione della stazione quaresimale per i giovani di Palagiano, presieduta dal nostro Vescovo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Istituto “Pascoli-Giovinazzi”, con cui Francesca ha collaborato negli anni come docente, in due diverse occasioni, ha deciso di dedicarle la sua aula musicale con una cerimonia che si è svolta, lunedì 15 maggio 2017, alla presenza dei suoi familiari.

La cerimonia ha visto coinvolti docenti e alunni, e in particolare la classe che la ebbe come insegnante di lingua francese. A fare gli onori di casa la dirigente scolastica, professoressa Angelica Molfetta. Alla professoressa Alessia Mutasci, collaboratrice della dirigente, il compito di ricordare Francesca e la sua permanenza nella scuola, attraverso le testimonianze raccolte tra i colleghi.

Veri protagonisti della giornata sono stati i ragazzi, che hanno eseguito per l’occasione alcuni brani di musica sacra e di musica leggera. Nella testimonianza di una giovane studente, il toccante paragone tra il ricordo di Francesca e quelle frasi di canzoni, che una volta imparate a memoria non si dimenticano più, ma restano sempre lì, in uno dei cassetti della memoria, pronte a ritornare a galla quando capita di riascoltarle.

Presente anche l’amministrazione comunale di Castellaneta, nella persona dell’assessore alla pubblica istruzione, Anna Rita D’Ettorre, che ha portato ai presenti il saluto del sindaco.

Alla mamma Tanina e al papà Vito l’onore di scoprire la targa apposta all’ingresso dell’aula, benedetta dal Vescovo Claudio. Si legge: “A Francesca Campobasso. Collega, amica, persona speciale. La sua gioiosa presenza, la sua disarmante umiltà, la sua sconfinata gratitudine saranno sempre musica nei nostri cuori”.

Rocco E. Valente

Autore: Direttore

Condividi questo post con