GRAZIE AL MONDO DELLA SCUOLA!

EDUCARE ALLA MISERICORDIA – EDUCATI DALLA MISERICORDIA

Note a margine del Giubileo diocesano della Scuola

Pensando al Giubileo della scuola, la prima parola che viene in mente è un grande, sentito e sincero “Grazie!”: grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo evento che ha interessato tutto il mondo della scuola!

– Grazie a voi studenti dell’indirizzo grafico dell’Istituto “Bellisario-Sforza” di Ginosa che avete realizzato il manifesto con la guida della Prof.ssa Jessica Bitetti.

– Grazie a voi cari studenti di Massafra e ai vostri maestri, Rosa Del Giudice e Giuseppe Giannotta, che avete allietato e animato con entusiasmo l’accoglienza nella chiesa di San Domenico ed il cammino verso la Cattedrale col linguaggio della musica e della gioia tipici della vostra età.

– Grazie a voi, ragazzi del Liceo “Vico” di Laterza per le vostre sentite testimonianze che sono di esempio e insegnamento per tutti, grandi e piccini. Una frase da voi citata sintetizza tutto: Una cosa è “essere vivi”, una cosa è “sentirsi vivi”! E ci si sente vivi solo nel momento in cui ci si sente “utili” anche per gli altri, quando si sa di aver fatto qualcosa di buono per gli altri, particolarmente per chi è più bisognoso di noi; ci si “sente vivi” quando si scopre nella scuola un luogo dover poter essere protagonisti e non spettatori passivi della propria vita o della propria crescita; quando si diventa consapevoli del proprio valore e si trova il coraggio di portare avanti le proprie idee, nella certezza che, se “crediamo veramente”, possiamo migliorarci e migliorare il mondo in cui viviamo attraverso le nostre idee ed il nostro impegno. Senza dimenticare che in questo impegno non siamo soli, ma abbiamo un Amico e un Alleato potente che ci sostiene, ci incoraggia e ci aiuta infondendoci fiducia, speranza e forza affinché queste idee si realizzino!

– Grazie alla dolce Kadija, la splendida ragazza musulmana che ha accolto con gioia l’invito a partecipare al Giubileo, dando la propria testimonianza con la sua stessa presenza e pregando insieme a noi. “È simpatica Kadija!” hanno detto gli alunni dopo averla conosciuta! Questa semplice frase indica come a volte basti davvero poco per abbattere pregiudizi e barriere nei confronti di persone che professano una religione diversa dalla nostra perché “tutte le religioni vogliono la pace” afferma Papa Francesco. È bello come la nostra comunità promuova iniziative di carattere interreligioso e multiculturale al fine di contribuire a diffondere la cultura del dialogo e della pace.

– Grazie a voi bambini e ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Giovinazzi” di Castellaneta, alle ragazze dell’IISS “Bellisario-Sforza” e della Scuola Secondaria di primo grado “Calò” di Ginosa, che avete animato il cammino verso la Cattedrale, edificandoci con le vostre testimonianze di opere di misericordia che vi hanno visto protagonisti e che abbiamo chiamato “Gocce di Misericordia”, perché come gocce sprigionano nel mondo il buon profumo della misericordia e come acqua dissetano questo mondo sempre più bisognoso d’amore… Un ringraziamento particolare va a voi bambini della Scuola Primaria Pascoli di Castellaneta, che avete lavorato con impegno e dedizione componendo poesie, scrivendo pensieri, progettando e realizzando splendidi cartelloni e interpretando in modo creativo, originale e personale il tema della Misericordia.

– Grazie a voi studenti del Seminario Minore e ai ministranti che avete voluto essere presenti tra gli alunni delle varie scuole della Diocesi, animando il servizio liturgico.

– Grazie a voi ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado dell’ICS “Manzoni” di Mottola, che avete allietato la celebrazione liturgica in Cattedrale, sotto la direzione del Prof. Gabriele Sponsale e dalla Prof.ssa Mariella Gentilesca, suonando e cantando meravigliose melodie ispirate al Santo che unisce tutti, credenti e non, e che incarna in modo mirabile la misericordia di Dio verso tutte le creature: Francesco d’Assisi; e che come segno di speranza per scrivere un mondo migliore ci avete lasciato il segno della “Matita nelle Mani di Dio” a imitazione della Santa Madre Teresa di Calcutta.

– Grazie a voi ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Deledda-Bosco” di Ginosa che avete preparato con precisione le intenzioni del Santo Padre che abbiamo ascoltato al termine della Messa.

– Grazie al Vescovo, Mons. Claudio Maniago che ha partecipato e ascoltato con attenzione e vivo interesse le testimonianze degli alunni, e che nella Messa conclusiva del giubileo ha ricordato a tutti che la scuola non è – e non deve essere – solo un posto dove si acquisiscono nozioni, ma è un posto “dove si sta bene”, un posto dove i nostri ragazzi devono sentirsi amati e imparare ad amare…

– Grazie di cuore a voi genitori che avete offerto la vostra preziosa collaborazione accompagnando i vostri figli e che, come abbiamo pregato insieme, collaborate e non delegate alla scuola il grande compito dell’educazione!

– Grazie a voi cari colleghi che avete collaborato alla riuscita di questa manifestazione, a tutti i docenti, al personale scolastico e ai dirigenti scolastici presenti, in particolare al Preside dell’I.I.S.S. “Lentini-Einstein” di Mottola, nonché reggente dell’I.C. “Diaz” di Laterza, Pietro Rotolo, che ha proclamato la Parola di Dio, e alla Preside Angelica Molfetta, Dirigente dell’I.C.S. “Pascoli-Giovinazzi” di Castellaneta, che ha letto la bella preghiera dei fedeli preparata con cura dall’Ufficio Scuola. Un sentito ringraziamento va al direttore dell’Ufficio Scuola IRC, don Giuseppe Ciaurro che ha promosso e coordinato questo evento.

– Grazie, carissimo don Giuseppe per la stima e la fiducia accordataci, per aver valorizzato, incoraggiato e sostenuto le iniziative promosse da noi insegnanti di religione per la realizzazione di questo evento.

E, naturalmente, il grazie più grande, va a Dio!

– Grazie, Signore, per la riuscita di questo evento, attraverso il quale ci hai fatto entrare sempre più nel mistero della tua Misericordia, una misericordia davvero infinita che avvolge tutto e tutti, senza distinzione alcuna di lingua, colore o religione!

 

Udesu – Ufficio Scuola

Ins. Annamaria Abrusci

WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.51 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.23.03 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.23.01 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.50 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.49 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.48 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.45 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.22 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.20 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.19 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.22.15 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.21.45 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.21.45 (1) WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.21.41 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.21.40 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.20.29 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.20.29 (2) WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.20.29 (1) WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.20.24 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.20.23 WhatsApp Image 2016-10-28 at 21.18.32

 

Autore: Direttore

Condividi questo post con