Nella giornata del 18 giugno scorso il nuovo Vescovo della nostra diocesi di Castellaneta, Mons. Sabino Iannuzzi, ha fatto il suo ingresso ufficiale a Massafra.
Prima del programma ufficiale il vescovo si è recato nelle ore pomeridiane al Santuario Madonna della Scala accolto dal Rettore, don Giuseppe Oliva, da don Roberto Pignatelli e alcune rappresentanze laiche tra cui Ignazio Ugenti, Presidente dell’Associazione Santuario Madonna della scala, e Antonello Giasi, Referente del Comitato di quartiere San Francesco.
Il presule ha potuto ammirare le bellezze naturali e quelle architettoniche del nostro santuario aiutato dalle indicazioni di Antonio Conforti, esperto di storia locale.
Mons. Iannuzzi ha, quindi, affidato la città di Massafra e il suona ministero episcopale alla intercessione della Vergine della Scala attraverso un breve momento di preghiera durante il quale ha recitato la tradizionale preghiera alla nostra Principalissima Patrona.

Partito dal santuario dedicato alla Madonna della Scala, monsignor Sabino Iannuzzi ha chiuso la giornata massafrese affidando le famiglie colpite dall’incendio della loro casa in via Trento alla Madonna, «perché – ha detto il vescovo Sabino – possano ritrovare quella pace e quella gioia del cuore, affinché tanta sofferenza, a causa di questa situazione particolare dell’incendio e la necessità di abbandonare la propria abitazione, possa risolversi nel modo più semplice e soprattutto con minor sofferenza».
Sabato pomeriggio, nell’ambito del programma degli ingressi nelle vicarie della Diocesi (partito da Mottola), il nuovo vescovo Sabino Iannuzzi ha fatto tappa a Massafra, accolto prima dal sindaco Fabrizio Quarto e dalle massime autorità religiose, civili e militari al Palazzo de’ Notaristefani, poi dalla città in piazza Garibaldi, prima della celebrazione eucaristica tenuta nel Duomo di San Lorenzo Martire.
«Sento di annunciare questa speranza – ha detto il vescovo – che si traduca in una gioia. Oggi probabilmente viviamo profonde delusioni, siamo in un tempo di vulnerabilità e di criticità, sembra che non riconosciamo il dono di ciò che abbiamo. E la speranza – ha aggiunto – può darci la forza di riconoscere quello che abbiamo e da ciò che abbiamo possiamo ripartire».
Ad accogliere il nuovo Pastore nel duomo cittadino, oltre all’intera locale vicaria, tanti fedeli desiderosi di ascoltare la Parola.
Se il primo momento della visita a Massafra di monsignor Iannuzzi è stato il pellegrinaggio al Santuario della Madonna della Scala, a chiusura di giornata, il vescovo ha incontrato i bisognosi, gli abitanti della palazzina di via Trento, mostrando loro concreta vicinanza. «Vi saremo vicini, continueremo a farlo come Chiesa, attraverso i parroci di questa realtà. Fatemi arrivare ogni vostra necessità; vedremo che cosa si può fare realmente anche come Caritas diocesana. Però non perdete la speranza, io pregherò per voi. Affidiamoci alla Madonna – ha concluso – che possa custodire la bellezza di una gioia il senso autentico di una speranza».

Qui per ascoltare l’omelia di Mons. Sabino Iannuzzi

Qui la fotogallery – Foto: Claudio Giasi (Santuario) e Michele Scarcia