Continua il cammino del nostro Vescovo, Mons. Sabino Iannuzzi, attraverso le vicarìe della Diocesi.

Lo scorso 29 giugno, nella solennità dei Santi Pietro e Paolo, la comunità di Palagiano ha accolto con trepidante gioia il Vescovo Sabino.

Accolto sul piazzale della Parrocchia Maria SS.ma Annunziata dal Parroco, don Lorenzo Cangiulli, dai sacerdoti, dal Sindaco Domiziano Lasigna e dai rappresentanti dell’Amministrazione comunale, il Vescovo ha baciato il crocifisso e asperso i fedeli presenti con l’acqua benedetta. Dopo un momento di preghiera personale davanti al SS. Sacramento, il Vescovo – accompagnato dal parroco e dal cerimoniere vescovile – si è recato presso l’altare di San Rocco, Patrono di Palagiano, per l’affidamento al Santo della comunità.

Sul piazzale antistante la chiesa, il Sindaco Domiziano Lasigna ha salutato Mons. Iannuzzi; il sindaco ha descritto la comunità di Palagiano: una comunità laboriosa che vive di agricoltura, una comunità che si distingue per il forte senso di accoglienza e di collaborazione tra le istituzioni civili e religiose per il bene comune.

In seguito il Vescovo, accompagnato dalle autorità, dai sacerdoti e dai vari gruppi e movimenti laicali, si è recato presso la Parrocchia di San Nicola per presiedere la sua prima Messa a Palagiano. In rappresentanza dei Sacerdoti della città ha preso la parola don Salvatore Casamassima, Vicario Foraneo.

Nella sua omelia, il Vescovo ha manifestato la sua gioia di “essere qui a condividere questa Eucaristia, questo rendimento di grazie al Signore per il dono che siete voi, comunità di Palagiano”.

Al termine della Celebrazione Mons. Iannuzzi si è fermato per salutare i fedeli presenti e gli ammalati.

Mariarosa Patruno

Qui per leggere il saluto di don Salvatore Casamassima

Qui per ascoltare l’omelia di Mons. Sabino Iannuzzi


Qui per la fotogallery – Foto: Mariarosa Patruno